Go to Top

Troncatrice profili

I clienti a volte ci chiedono di fare una sorta di “upgrade” delle loro macchine al fine di risparmiare denaro rispetto ad un nuovo acquisto ma nel contempo di poter comunque migliorare la qualità ed i tempi di lavorazione.

Recentemente ci siamo occupati della ristrutturazione elettromeccanica e software di una troncabarre impiegata presso un produttore di cucine componibili.

Si tratta di una macchina in funzione da oltre 20 anni. Il software di controllo non era mai stato aggiornato con tutti i limiti di flessibilità fisiologici per una automazione così datata.

Oggi, dopo la ristrutturazione fatta, la troncabarre ha queste caratteristiche:

  • E’ dotata di due teste, dove sono montate le lame di taglio, che si spostano lungo l’asse X per il raggiungimento della misura di taglio.
  • Ogni testa può ruotare per il taglio anche ad angoli diversi da 90 gradi. C’è un valore minimo e massimo di angolazione ed all’interno di questo range le teste possono assumere qualsiasi gradazione.
  • Ricalcolo automatico della quota X (lunghezza finita della barra) per quei materiali di forma particolare dove il taglio richiede l’impiego di uno spessore.
  • Plc e software di movimentazione sono stati completamente sostituiti e riscritti.
  • Il software di supervisione è nuovo. Citiamo fra le tante funzionalità quelle più importanti:
    • Dalle lettura del barcode dell’etichetta di spedizione vengono ricavati gli articoli che fanno parte del collo con i dati di taglio.
    • L’operatore può lavorare in modo semi-automatico confermando di volta in volta i tagli da fare oppure in modo automatico per cui la macchina si posiziona automaticamente per il taglio successivo.
    • Visualizzazione in tempo reale dello stato macchina e della sequenza di lavoro.
    • Ottimizzazione del piano di taglio.
    • Visualizzazione delle schede tecniche di lavorazione per una verifica rapida della corretta lavorazione, in caso di necessità.
    • Controllo allarmi e log testuale per qualsiasi evento anomalo legato a: comunicazione supervisore-plc, dati incompleti o assenti, operazioni non corrette da parte dell’operatore.

SPVTroncabarre_600x396

SPVTroncabarre01_600x329